Spedizione GRATUITA per ordini superiori a 69,90€

 

Tatuaggi al sole? Ecco come proteggerli e prevenire danni alla pelle

Tatuaggi al sole? Ecco come proteggerli e prevenire danni alla pelle

In estate è essenziale prendersi sempre cura della pelle, ancora di più se si hanno tatuaggi, che richiedono cure speciali per essere protetti dai danni del sole.

21/06/2022 11:51:00 | Volafarma

Perché è importante proteggere i tatuaggi al sole e come farlo

Che si tratti di tatuaggi nuovi o datati, la loro cura dovrebbe essere una costante nella routine. Infatti, com’è noto a tutti, i tatuaggi richiedono una serie di attenzioni specifiche, necessarie affinché non perdano la definizione e l’intensità del colore.

Soprattutto in estate poi, se esponiamo i tatuaggi al sole, è necessario proteggerli.

I tatuaggi maggiormente a rischio sono soprattutto quelli realizzati da poco: l’esposizione prolungata al sole nel caso di un tatuaggio ancora “fresco” rischia di far sbiadire i colori e rallentare il processo di guarigione. Inoltre, molte delle pomate antibiotiche impiegate nella cura del tatuaggio sono fotosensibilizzanti, e possono scatenare bruciori, eczemi cutanei e vescicole.

Allo stesso modo, attenzioni simili devono essere rivolte ai tatuaggi di vecchia data.

Le composizioni di alcuni pigmenti colorati, come il giallo o il rosso, possono contenere elementi sensibilizzanti, tali da scatenare reazioni allergiche a fronte dell’esposizione solare prolungata. E questo anche se il tatuaggio è stato realizzato molti anni prima.

Quindi, tatuaggio piccolo o grande, nuovo o vecchio, non ci sono più scuse per trascurare la protezione in estate!

Come proteggere i tatuaggi al sole: i consigli da seguire

Nel caso in cui, inevitabilmente, il tatuaggio venga fatto nella stagione calda, bisognerà evitare di esporre il tatuaggio al sole per almeno 3 settimane.

Il tatuaggio in questo periodo è particolarmente sensibile, motivo per cui dovrà restare del tutto coperto, evitando qualsiasi esposizione al sole. Se ciò non fosse possibile, si consiglia di utilizzare una protezione solare fisica, come ad esempio una benda non occlusiva e traspirante. In questa situazione, evita a prescindere i bagni in mare o in piscina, che rischiano di aumentare la possibilità di infezione.

Al termine di questo periodo, quando il tatuaggio non si spella più, è molto importante applicare una crema con protezione solare per tatuaggi: ti consigliamo una formulazione emolliente, con un SPF elevato, compreso tra un 30 e 50. Una raccomandazione che vale sia per i tatuaggi appena fatti che per quelli di vecchia data.

Mantenere l'area del tatuaggio permanentemente idratata garantirà che non si scolorisca e non subisca alterazioni. Se rileviamo che c'è un'intolleranza al sole poi, dobbiamo coprire l'area tatuata con una benda protettiva.

Tatuaggi e sole: ecco come scegliere la protezione più adatta

La protezione solare va distribuita sul tatuaggio almeno 20 minuti prima dell'esposizione al sole, ripetendo l’applicazione ogni 2-3 ore, e dopo ogni nuotata. Nel caso di tatuaggi di piccole dimensioni è anche possibile ricorrere agli stick solari per zone sensibili, come ad esempio Vichy Linea Ideal Soleil stick, pratico e compatto.

L’utilizzo di una protezione solare dovrebbe essere una norma a prescindere dalla presenza o meno di un tatuaggio, perché è la stessa pelle a richiederlo. Basterebbe pensare ai danni degli eritemi solari sulla pelle che non è stata adeguatamente protetta.

Ora che sai come proteggere il tuo tatuaggio al sole, consulta il nostro catalogo solari, dove troverai formulazioni in gel, in crema, ma anche stick, lozioni e doposole specifici per ogni esigenza.

Se hai bisogno di una consulenza, contattaci e un esperto sarà sempre a tua disposizione per indirizzarti sul prodotto più adatto a te.

Prodotti correlati

Se hai trovato utile questo articolo potrebbero interessarti anche...