Spedizione GRATUITA per ordini superiori a 69,90€

Cicatrici post-operatorie e sole: quali regole seguire nel periodo estivo

Cicatrici post-operatorie e sole: quali regole seguire nel periodo estivo

Cicatrici e sole: tintarella impossibile? In questo articolo ti spieghiamo tutte le precauzioni da prendere per proteggere le cicatrici post-operatorie dai raggi solari.

04/08/2022 09:08:00 | Volafarma

Tutto quello che c’è da sapere su cicatrici post-operatorie e sole

Una ferita, un’ustione, un trauma o un’operazione chirurgica possono lasciare sulla pelle segni indelebili. A prescindere dalla loro natura e dalle loro dimensioni, cicatrici post-operatorie e sole non vanno molto d’accordo.

Ma, se già ti stai preparando alla bella stagione, non devi necessariamente rinunciare alla tintarella! Puoi comunque andare al mare o in piscina prendendo le giuste precauzioni per evitare che sulla tua pelle rimangano segni indelebili. Ecco tutte le regole da seguire (e i prodotti da utilizzare) per conciliare cicatrici post-operatorie e sole.

Perché evitare l’esposizione nei primi sei mesi

Le cicatrici recenti, che siano di natura post-operatoria o meno, non devono mai essere esposte direttamente al sole. La cicatrice rappresenta, infatti, la risposta fisiologica dell’organismo a una lesione, la cui guarigione varia in base all’età, alla genetica o alla zona del corpo coinvolta.

Se hai appena subito un intervento e vuoi favorire il processo di guarigione della cicatrice, cerca di evitare del tutto l’esposizione al sole nei primi sei mesi. Il tessuto cicatriziale, rispetto al tessuto sano, è molto più sensibile ai raggi solari, anche nelle giornate nuvolose.

Nello stadio iniziale, quando le cicatrici sono rosse e facilmente irritabili, i raggi UV possono compromettere il processo di guarigione e, addirittura, aggravare l’infiammazione. In questi casi c’è tra l’altro il concreto rischio di sviluppare cicatrici ipertrofiche o pigmentate, con antiestetiche macchie scure.

Se proprio non puoi evitare di esporre le cicatrici recenti al sole, cerca di coprire la zona con un cerotto idrorepellente, impermeabile all’acqua ed evita il contatto con la sabbia. Infine, non trascurare mai l’applicazione dello schermo solare di SFP 50 o superiore, anche con la cicatrice coperta. Ma come comportarsi una volta completata la fase di cicatrizzazione?

Prevenzione e protezione: come preservare le cicatrici post-operatorie dal sole

Una volta che la cicatrice è guarita, puoi andare al mare o in piscina con più leggerezza, ma senza dimenticare le accortezze minime per difenderti dai raggi UV. Quando la cicatrice è ormai diventata bianca, non c’è più bisogno di coprirla con un cerotto. Dovrai però applicare più volte al giorno la protezione solare, seguendo scrupolosamente i nostri consigli:

- Utilizza un filtro di minimo 30 SPF, da applicare almeno 10 minuti prima dell’esposizione ai raggi solari, al fine di prevenire eritemi solari e irritazioni.

- Riapplica la crema solare ad intervalli temporali tanto più frequenti quanto più la cicatrice è “fresca”.

- Limita a poche ore al giorno l’esposizione ai raggi solari ed evita le ore più calde, perché i raggi UV possono favorire l’iperpigmentazione e rendere la cicatrice più scura.

- Dopo l’esposizione solare, procedi a una detersione accurata della cute prima di idratarla e ristrutturarla mediante utilizzo di prodotti elasticizzanti o a base siliconica, eventualmente associati a formulazioni depigmentanti.

Scegliere i prodotti giusti può fare la differenza nel prevenire potenziali irritazioni solari e nel favorire il processo di guarigione. In particolare, la scelta della crema solare non deve mai essere sottovalutata.

Protezione solare per cicatrici chirurgiche, quale scegliere?

Nelle situazioni in cui l’esposizione al sole non può essere evitata, si può ricorrere alla protezione solare ad ampio spettro come, ad esempio, il Kelo Gel SPF 30 specifico per la guarigione delle cicatrici. La sua formulazione, a base di gel di siliconi, è appositamente studiata e brevettata per la protezione di cicatrici ipertrofiche e cheloidee recenti e di vecchia data dagli effetti nocivi del sole.

Se vuoi proteggerti dalle macchie scure usa un filtro specifico, come ad esempio Rilastil Sun System SPF 50+, una crema dalla texture vellutata pensata per le pelli più sensibili e reattive, in grado di prevenire e contrastare la formazione di macchie brune.

Per proteggere la cicatrice in un’area particolarmente esposta, come può essere il viso, opta per una crema con fattore di protezione altissimo, in grado di proteggere e rafforzare la pelle fragile al sole. Un esempio? La Protezione Solare SPF 50+ A-Derma che è particolarmente indicata per fototipi molto chiari e delicati.

Consulta il nostro catalogo solari, per restare sempre aggiornato sulle novità e le offerte, e contattaci per saperne di più su come proteggere le cicatrici post-operatorie dal sole.

Prodotti correlati

Se hai trovato utile questo articolo potrebbero interessarti anche...