Spedizione GRATUITA per ordini superiori a 69,90€

Tallonite

Tallonite

Infiammazione del tallone caratterizzata da intenso dolore alla parte posteriore del piede. Scopri cause e rimedi per la tallonite

15/12/2022 14:49:00 | Volafarma

Che cos’è la tallonite 

La tallonite è un’infiammazione del calcagno e rappresenta un sintomo alquanto fastidioso che colpisce la parte posteriore del piede.

In genere, questa sensazione di dolore al tallone compare gradualmente e peggiora con il passare del tempo, specialmente se l’individuo che ne soffre passa molto tempo in piedi o camminando.

Individuare le cause precise che portano all’insorgenza della tallonite è fondamentale per pianificare la terapia. Infatti, questo disturbo può derivare da moltissimi fattori, come la fascite plantare o infiammazione e lesioni del tendine d’Achille. Le manifestazioni sono più acute dopo un lungo periodo di riposo, come durante la notte e tendono ad attenuarsi con la ripresa del movimento.


Sintomi: come si manifesta la tallonite 

Il tallone è l’estremità posteriore del piede, dove trova posto il calcagno che rappresenta una delle 7 ossa del tarso, ovvero della parte che rappresenta la congiunzione tra la gamba e il piede. 

Il quadro clinico è rappresentato da un dolore acuto o graduale e può essere localizzato in punti diversi a seconda della causa scatenante. Ad esempio, in caso di infiammazione del tendine di Achille, compare nella parte posteriore, mentre, nella fascite plantare è localizzato nella zona inferiore. 

Tra i sintomi di tallonite troviamo:

- Dolore
- Difficoltà a deambulare
- Formicolio
- Intorpidimento
- Dolore a gamba e schiena

L’interessamento della gamba e della schiena deriva da una compensazione motoria causata da una postura errata che il soggetto assume per alleggerire il carico sul piede dolorante. 

Il dolore al tallone rappresenta un sintomo di moltissime condizioni diverse e, sebbene si presenti quasi esclusivamente in forma acuta, se non trattato può tramutarsi in una condizione cronica.


Tallonite: cause

I fattori che concorrono all’insorgenza di questa condizione sono svariati e dipendono sia da infortuni muscolo-scheletrici, che da traumi o patologie. 

In linea generale, il dolore al tallone può sempre essere considerato come un sintomo di una condizione che costringe il corpo a lavorare in maniera scorretta. 

Oltre tutte le cause di natura patologica e traumatica, esistono anche abitudini di vita che possono portare a soffrire di questo disturbo, come un’errata postura o un eccessivo esercizio fisico. L’obesità, inoltre, è uno dei fattori di rischio principali poiché un peso eccessivo grava sugli arti inferiori e sulle strutture dei piedi durante il movimento o la posizione eretta. 

Tra le cause di tallonite possiamo includere:

- Traumi e fratture
- Tendinopatia 
- Infiammazione o rottura del tendine d’Achille
- Obesità
- Alterazioni posturali
- Fascite plantare
- Uso di calzature non adatte
- Borsiti 
- Sindrome del tunnel tarsale
- Artrite reumatoide
- Sarcoidosi

Una patologia che porta quasi sempre a soffrire di tallonite è la spina calcaneare, ovvero un piccolo sperone osseo che si forma lungo i margini articolari del calcagno, in posizione posteriore o inferiore.


Tallonite: rimedi 

La cura per la tallonite dipende dalla causa scatenante e dall’entità dei sintomi. 

Si può agire tramite terapia conservativa o terapia chirurgica nei casi più gravi. Il riposo è sicuramente consigliato quando si soffre di dolore al tallone, ed è buona abitudine applicare ghiaccio istantaneo sulla parte dolente, per il suo potere antinfiammatorio. 

Per alleviare il dolore è possibile utilizzare farmaci come Ibuprofene Zen in capsule molli o applicare rimedi topici come la crema gel Traumalene. La fisioterapia, inoltre, è fondamentale per guarire da quelle condizioni dovute a sovraccarico funzionale. 

A tal proposito, è consigliato l’utilizzo dei plantari per il tallone. Se la terapia conservativa fallisce si passa a quella chirurgica, sempre in funzione della causa scatenante.


Consigli per la tallonite 

Non tutte le condizioni alla base della tallonite sono prevedibili; tuttavia, tenere sotto controllo il peso corporeo, indossare scarpe comode e adatte all’attività che si sta svolgendo e non esagerare con l’attività fisica rappresentano le principali contromisure per ridurre il rischio di insorgenza del dolore al tallone.

Inoltre, sia durante gli episodi di tallonite che quando si pratica attività fisica o si sta molto tempo in piedi, è consigliato l’uso di un plantare, che assorba gli urti e aiuti a stabilizzare la posizione del piede.

Prodotti correlati

Se hai trovato utile questo articolo potrebbero interessarti anche...