Spedizione GRATUITA per ordini superiori a 69,90€

SOS denti sensibili? Cosa fare per attenuare il fastidio e prevenirlo

SOS denti sensibili? Cosa fare per attenuare il fastidio e prevenirlo

Ogni volta che addenti un gelato avverti una fitta dolorosa? Si tratta di un sintomo comune per chi soffre di ipersensibilità dentale: vediamo quali sono le cause dei denti sensibili e cosa fare per attenuare il fastidio.

27/10/2022 08:05:00 | Volafarma

Denti sensibili: ecco cosa fare per ridurre dolori e fastidi

Cosa c’è di meglio che rinfrescarsi in estate con una bevanda ghiacciata? Quella che per molti non è altro che un’esperienza piacevole, per altri può trasformarsi in un vero e proprio incubo: se soffri di denti sensibili sai bene quanto questo semplice gesto possa rivelarsi doloroso!

La buona notizia è che, trattandosi di un disturbo molto diffuso, può essere risolto con piccoli accorgimenti e appositi rimedi pensati per trattare l’ipersensibilità. Vediamo quindi, quali sono le cause dei denti sensibili, cosa fare per ritrovare il benessere e i prodotti più indicati per attenuare i sintomi.

 

Perché i denti sono sensibili agli stimoli termici?

L’ipersensibilità al freddo e al caldo è un sintomo molto comune, che ha un unico responsabile: la dentina. La dentina è la parte più tenera e delicata del dente, nonché quella più sensibile, perché attraversata da tubuli che contengono fibre nervose.

Solitamente si trova al di sotto dello smalto, o della gengiva, ma diverse problematiche possono renderla vulnerabile all’ambiente esterno. Tra queste:

- un errato spazzolamento, che può portare all'assottigliamento e all'erosione dello smalto protettivo;

- l’aggressione da parte di sostanze acide dall’azione erosiva;

- malattie parodontali come la parondite, che possono portare all’erosione dello smalto.

 

La dentina perde dunque lo smalto e risponde con il dolore a qualsiasi stimolo termico, chimico e tattile. Di solito si manifesta con l’assunzione di bevande e cibi freddi ma, nei casi più gravi, anche la semplice aria inspirata dalla bocca può dare luogo a ipersensibilità.


Problemi di ipersensibilità dentale? Inizia col migliorare la tua igiene orale

Puoi fare molto per ridurre fastidi e dolori semplicemente apportando qualche miglioria alla tua quotidiana routine di pulizia dentale. Per alleviare i sintomi è possibile utilizzare alcuni accorgimenti:

 

- usa un dentifricio specifico per denti sensibili, dalla formulazione delicata e senza sostanze aggressive, come ad esempio il dentifricio Curaden Sensitivity, dall’azione desensibilizzante per bloccare la sensazione di dolore dei denti sensibili;

- non trascurare mai lo spazzolamento e la pulizia con il filo interdentale, per prevenire le malattie parodontali;

- usa prodotti contenenti fluoro per rafforzare lo smalto;

- spazzola i denti con movimenti dolci e delicati, per non intaccare ulteriormente lo smalto;

- ricorri a uno spazzolino per denti sensibili, con setole morbide;

- evita il consumo di bevande acide;

- non assumere bevande e alimenti troppo caldi o troppo freddi;

- evita di serrare o digrignare i denti, utilizzando un bite all’occorrenza;

Puoi rafforzare l’efficacia di questi piccoli gesti quotidiani ricorrendo a prodotti basati su estratti vegetali e naturali, che possono aiutarti ad attenuare i fastidi legati ai denti sensibili.

Denti sensibili: i 3 rimedi naturali più efficaci per alleviare il fastidio

Ci sono diversi rimedi efficaci per curare i denti sensibili, sia ricorrendo a un trattamento terapeutico su consiglio del dentista (nei casi più gravi), sia con un approccio domestico mirato a ridurre le cause del fastidio e dell'infiammazione.

Ecco tre 3 soluzioni per ridurre la sensibilità dentale:

 

  1. Colluttori erboristici

Per curare i denti sensibili puoi ricorrere a collutori erboristici alla camomilla, alla malva o ai chiodi di garofano. Il collutorio ecobio Pharmadent è formulato con estratti vegetali di Camomilla, Salvia, Echinacea Angustifolia e Melaleuca che, con la loro azione igienizzante e lenitiva, contribuiscono a mantenere sana la mucosa. Se invece preferisci un rimedio farmaceutico, Curasept Collutorio è tra i prodotti più raccomandati dai professionisti del settore odontoiatrico.

 

  1. Oli essenziali

Gli oli essenziali sono un vero toccasana per la salute, e non sono da meno per l’igiene orale. Possono essere applicati direttamente su denti e gengive, massaggiando la parte interessata, oppure facendo gargarismi e sciacqui. Ad esempio, l’olio essenziale di chiodi di garofano, l’olio di tea tree e l’olio di cannella hanno interessanti proprietà antibatteriche e sfiammanti. Anche l’olio di cocco, grazie alle sue proprietà antimicrobiche e antiossidanti, è efficace nella rimozione della placca e dei batteri che causano la carie.

 

  1. Tisane ed estratti vegetali

Per attenuare dolori e fastidi arrecati dai denti sensibili si può ricorrere anche alla fitoterapia. Diverse erbe e spezie sono riconosciute per le loro proprietà calmanti e desensibilizzanti e possono essere assunte sia sotto forma di tisane che tramite gargarismi. L’infuso di malva, ad esempio, è in grado di attenuare i sintomi della sensibilità dentale e svolgere un’importante azione cicatrizzante. Anche gel e dentifrici a base di aloe vera sono specifici per la fragilità gengivale e l’ipersensibilità. Ricordiamo, infine, che pure il the verde ha spiccate proprietà antinfiammatorie e antiossidanti.

 

Dove trovare i prodotti giusti per contrastare i denti sensibili?

Se vuoi prenderti cura dei tuoi denti sensibili e vuoi sapere cosa fare per ritrovare la serenità e il benessere, contattaci per ricevere ulteriori informazioni o consulta il catalogo Volafarma per restare aggiornato sulle promozioni in corso e i nuovi arrivi.

 

Prodotti correlati

Se hai trovato utile questo articolo potrebbero interessarti anche...