Spedizione GRATUITA per ordini superiori a 69,90€

 

Quali sono i sintomi del calo glicemico e come prevenirlo in estate?

Quali sono i sintomi del calo glicemico e come prevenirlo in estate?

Riconoscere i sintomi del calo glicemico è importante per agire subito nella maniera corretta. Ecco allora quali sono e come si può prevenire questo disturbo soprattutto in estate.

19/08/2021 10:18:00 | Volafarma

Sintomi del calo glicemico: come fare a riconoscerli?

Debolezza, sudorazione e affaticamento, spesso associamo questi malesseri solo al caldo. E se si trattasse di un calo glicemico invece? Più comunemente chiamato “calo di zuccheri”, un calo glicemico indica un livello troppo basso di glucosio nel sangue. In realtà il nostro organismo per sentirsi in forma ha bisogno sempre di un giusto livello di glucosio, né troppo alto quindi, né troppo basso. Un attacco di ipoglicemia poi non ha dei sintomi particolarmente caratterizzanti e spesso viene confuso con un calo di pressione oppure per stanchezza dovuta alle alte temperature. Per intervenire tempestivamente è quindi necessario conoscere bene i sintomi del calo glicemico, soprattutto quelli più comuni. Ecco quali sono.

 

Calo di glicemia: i sintomi a cui fare attenzione

I sintomi del calo glicemico si manifestano non appena si presenta un abbassamento troppo brusco del livello di zuccheri nel sangue. Vediamo allora di esaminarli nel dettaglio, per essere in grado di riconoscerli a momento opportuno ed intervenire tempestivamente.

  • Forte stanchezza
  • Improvvisa sudorazione
  • Senso di svenimento
  • Debolezza
  • Mal di testa
  • Pallore
  • Giramenti di testa
  • Fatica a mantenere la concentrazione
  • Tachicardia
  • Tremore

Riconoscere subito i sintomi dell’ipoglicemia è importante per agire in maniera rapida ed efficace ed evitare che i livelli di zucchero nel sangue continuino a scendere. Ecco, quindi, cosa fare in caso di calo glicemico.

 

Come intervenire nel caso di un calo di zuccheri?

Quando si manifesta un calo di glicemia bisogna subito:

  • Interrompere qualsiasi attività e mettersi subito seduti
  • Bere acqua e zucchero o un succo di frutta
  • Se si hanno gli strumenti, misurare la glicemia per verificarne i livelli. Per capire se sta salendo misurarla di nuovo dopo 15 minuti
  • Nel caso in cui i sintomi non passassero e la persona continuasse a sentirsi male, rivolgersi subito ad un pronto soccorso

 

Quali sono i rimedi per prevenire l’ipoglicemia in estate?

Un calo di zuccheri è qualcosa che colpisce in maniera imprevedibile soprattutto in estate quando il nostro fisico è messo a dura prova dalle alte temperature. Puoi però usare alcune accortezze per cercare di prevenirlo anche con il caldo. Ecco come fare:

  • Alimentazione: invece di fare 3 pasti al giorno, suddividi la tua alimentazione in modo da inserire anche degli spuntini. Fai passare da un pasto all’altro non più di 4 ore, in questo modo eviterai di avere dei bruschi cali di glucosio. Per lo stesso motivo, è importante non saltare mai i pasti o stare a digiuno per più di 5 ore.
  • Zuccheri: se soffri spesso di cali glicemici, porta sempre con te qualcosa di dolce. Una bustina di zucchero, delle caramelle oppure una bevanda energizzante. Gli zuccheri semplici come quelli del miele, della frutta o il comune zucchero bianco entrano subito in circolo nel sangue quindi se stai avendo un calo di glicemia ti sentirai subito meglio. Alcuni esempi di prodotti utili sono le caramelle al miele Farvisan oppure l’energy drink MGK VIS ai sali minerali.
  • Caldo: proteggiti dal caldo cercando di uscire solo nelle ore meno calde della giornata. Le temperature troppo alte debilitano l’organismo e se sei una persona che tende ad avere episodi di calo di zuccheri, il consiglio è quello di non rischiare. La mattina presto e il pomeriggio da dopo le 16 sono le ore più indicate per passare del tempo all’aria aperta.

 

Contattaci per saperne di più sui sintomi del calo glicemico e sui modi migliori per prevenirlo in estate.