Spedizione GRATUITA per ordini superiori a 69,90€

Poliposi nasale

Poliposi nasale

Noduli di origine non cancerosa che si sviluppano sul rivestimento delle cavità nasali. Scopri i rimedi per la poliposi nasale

10/01/2023 09:53:00 | Volafarma

Che cos’è la poliposi nasale

Il termine poliposi nasale indica la presenza di noduli di origine non cancerosa a forma di goccia che si sviluppano sul rivestimento delle cavità o dei seni nasali, all’interno del naso. 

In genere, la presenza di queste formazioni viene ignorata dai soggetti, soprattutto se sono di piccole dimensioni ma, se il loro volume aumenta, i polipi nasali possono bloccare le cavità e provocare diversi sintomi molto fastidiosi. Quando la poliposi nasale insorge in maniera severa, può portare il paziente a respirare per la maggior parte del tempo attraverso la bocca, provocando diversi disturbi.

Purtroppo, anche se curata ed eliminata, nel 70% dei casi la poliposi nasale tende a recidivare. 


Sintomi: come si manifesta la poliposi nasale

Come precedentemente detto, i polipi nasali di piccole dimensioni tendono a passare inosservati, mentre quelli più grandi (o piccoli ma numerosi), possono ostruire il passaggio d’aria e causare sintomi simili a quelli di un raffreddore.

La poliposi nasale, inoltre, può favorire la comparsa di sinusite, una patologia piuttosto fastidiosa, caratterizzata da dolore facciale, mal di testa e disturbi simil-influenzale. In genere, la comparsa di polipi è più frequente negli adulti, tuttavia la poliposi nasale nei bambini può essere uno dei campanelli d’allarme per la fibrosi cistica.

Tra i sintomi della poliposi nasale troviamo:

- Congestione nasale
- Difficoltà respiratorie
- Riduzione di gusto e olfatto
- Russamento
- Mal di testa
- Sensazione di pressione a livello del viso
- Rinorrea

Nei casi più gravi, la poliposi nasale può dare origine a complicanze severe, come le apnee ostruttive del sonno e attacchi d’asma. Sebbene queste complicazioni siano rare, nel caso in cui sopraggiungano gravi difficoltà respiratorie, è consigliato allertare subito un medico.


Poliposi nasale: cause 

La mucosa che riveste le cavità nasali è percorsa da numerosi vasi sanguigni e ricoperta di minuscoli peli chiamati ciglia. Sebbene non sia del tutto chiara la causa alla base dello sviluppo dei polipi nasali, di sicuro questi si formano quando la mucosa è costantemente infiammata. 

La poliposi nasale può svilupparsi in qualunque punto dei seni e della cavità, con il distretto più colpito che in genere è quello vicino ai seni.

Tra le cause della poliposi nasale possiamo indicare:

- Asma 
- Fibrosi cistica
- Patologie croniche infiammatorie della mucosa
- Allergia 
- Sensibilità ad alcuni farmaci antinfiammatori (aspirina)
- Sinusite
- Infezioni virali, batteriche, micotiche


La sensibilità ai farmaci antinfiammatori si manifesta come una reazione allergica con sintomi quali congestione, arrossamento e prurito che possono portare alla nascita di queste escrescenze nasali.

Poliposi nasale: rimedi

La cura per la poliposi nasale si prefigge l’obiettivo di ridurre le dimensioni dei polipi e di curare i sintomi collegati. In genere, vengono utilizzati cortisonici per ridurre l’infiammazione e farmaci specifici a seconda della causa come gli antibiotici per le infezioni batteriche e gli antimicotici per le infezioni da funghi. 

Inoltre, il trattamento per la poliposi nasale di natura allergica si effettua tramite l’uso di farmaci antistaminici sistemici, come le compresse a rilascio prolungato Reactine o locali, come lo spray nasale Fexallegra.

Al fine di ridurre la congestione nasale, inoltre, è possibile utilizzare alcuni decongestionanti come le gocce nasali Bactorinol. Alcuni rimedi naturali per la poliposi nasale sono piuttosto efficaci sia per risolvere la congestione che per liberare le vie aeree; ottimo, ad esempio, lo spray nasale Propoli. Nei casi più gravi si può ricorrere alla rimozione dei polipi tramite procedura chirurgica.


Consigli per la poliposi nasale

La prevenzione per la poliposi nasale si effettua anzitutto curando le patologie che possono portare alla formazione dei polipi, come asma, allergie o sinusite.

Inoltre, è bene mantenere uno stile di vita sano e attivo, in modo da prevenire il rischio di contrarre infezioni che possano colpire le vie respiratorie. Un altro consiglio molto utile è quello di umidificare l’aria degli ambienti in cui si vive, poiché un’aria troppo secca tende ad irritare ed infiammare la mucosa nasale. Infine, è bene effettuare frequenti lavaggi nasali con una soluzione fisiologica per rimuovere il muco in eccesso.

Prodotti correlati

Se hai trovato utile questo articolo potrebbero interessarti anche...