Spedizione GRATUITA per ordini superiori a 69,90€

 

Perdita di capelli

Perdita di capelli

Oltre ad essere un fenomeno fisiologico in alcuni periodi dell’anno, la perdita di capelli è anche dovuta a vari fattori come stress e alterazioni ormonali dei quali è importante riconoscere i segnali

13/10/2021 09:44:00 | Volafarma

Che cos'è la perdita di capelli

La perdita di capelli è una patologia che si manifesta con una notevole diminuzione della quantità dei capelli o dei follicoli piliferi, che sono le cavità all'interno del derma da cui si origina il pelo. Il disturbo può essere localizzato sulla parte anteriore e superiore della testa, come avviene comunemente nella calvizie maschile.

In particolare, la perdita di capelli nelle donne si manifesta soprattutto oltre i 70 anni e dopo la menopausa si riscontra il diradamento dei capelli. Altri fattori che possono determinare la caduta dei capelli per le donne sono gli stress fisici e i cambiamenti ormonali che avvengono in gravidanza e allattamento.

Si può verificare una caduta temporanea dei capelli anche per effetto collaterale delle medicine usate in chemioterapia per la cura contro il tumore.

Ci possono essere, inoltre, dei periodi dell’anno in cui i capelli cadono di più come in autunno e in primavera. Generalmente si tratta di un fenomeno fisiologico e reversibile (detto effluvio stagionale) che si esaurisce in poche settimane quando ricrescono i capelli.

Sintomi: come si manifesta la perdita di capelli

I sintomi della perdita di capelli in genere sono:

- arrossamento,
- diradamento,
- fragilità del capello,
- chiazze glabre

Perdita di capelli: cause

La quantità di capelli che cade durante la giornata è variabile e dipende da alcuni fattori come:

- Genetica: alcuni soggetti sono geneticamente predisposti alla caduta.
- Sesso: la caduta è maggiore negli uomini rispetto alle donne.
- Lavaggio e spazzolatura: il trauma meccanico facilita il distacco dei capelli.
- Stagione dell’anno: in autunno e primavera la caduta dei capelli aumenta.
- Condizioni di salute: alcune malattie possono accelerare la caduta.
- Assunzione di alcuni farmaci.

Nei momenti in cui i capelli sono sottoposti a stress si verifica un’alterazione del regolare ciclo di vita dei capelli che provoca un rallentamento della crescita e la caduta dei capelli.

Tra le cause principali della perdita di capelli ci sono:

- Aspetti ereditari,
- Stress psicofisico,
- Dieta sbilanciata,
- Infezioni fungine,
- Esposizione solare prolungata (eritema solare),
- Anemia o carenza di globuli rossi,
- Alterazioni ormonali, come per esempio picchi dell'ormone DHT (che può essere dannoso per il follicolo pilifero),
- Alterazione delle difese immunitarie, per cui i globuli bianchi aggrediscono le cellule dei follicoli,
- Cure e terapie farmacologiche specifiche, come la chemioterapia.

Una parentesi a parte va fatta per la perdita di capelli nei neonati che è invece, un evento assolutamente naturale e fisiologico, causato dal calo ormonale della nascita dei bambini e dalla immaturità dei follicoli piliferi del cuoio capelluto. Così, alcuni neonati nascono con una folta chioma, altri totalmente calvi (e rimangono così per tutto il primo anno di vita), altri ancora semplicemente con una leggera peluria, che poi cade nei primi mesi di vita.

Perdita di capelli: rimedi

Per la perdita di capelli non c’è una cura universalmente comprovata in grado di indurre la ricrescita dei sostenere la remissione. Ci sono però alcuni trattamenti anticaduta e farmaci ad uso topico come i corticosteroidi, in crema o lozione.

I capelli sono costituiti per larga parte da cheratina, per questo si consiglia un trattamento alla cheratina per capelli come Forcapil Fortificante Cheratina in capsule, perché li rinforza e ne ostacola la caduta.

Se la caduta dei capelli è inferiore al 50% si possono utilizzare le fiale di Bioscalin Attivatore Capillare iSFRP-1, un prodotto particolarmente indicato quando i capelli perdono corposità e si assottigliano, perché contrasta la caduta e il diradamento dei capelli.

Altri rimedi utili per la caduta dei capelli sono gli integratori alimentari come Phyto Linea Phytophanere Integrazione Anticaduta, un prodotto a base di aminoacidi solforati, vitamine e minerali, tra cui le vitamine del gruppo B e lo zinco che contribuiscono a mantenere unghie e capelli in salute.

Se la perdita di capelli è consistente, oltre il 50%, solitamente si interviene con farmaci immunosoppressori e corticosteroidi sistemici, che sopprimono parzialmente il sistema immunitario in modo da permettere ai capelli di crescere.    

Consigli per la perdita di capelli

Per intervenire contro la perdita dei capelli si valuta prima di tutto se si può risolvere la patologia o eliminare il fattore che determina la caduta dei capelli. In ogni caso è possibile seguire un trattamento di prevenzione e diminuire il processo di caduta.

Ci sono comunque alcuni accorgimenti che permettono in parte di contrastare la caduta dei capelli. È consigliato, ad esempio, fare regolarmente, a cadenza regolare, un massaggio al cuoio capelluto perché genera dei benefici per la circolazione sanguigna e dà maggiore apporto di sostanze nutritive ai follicoli piliferi, ma anche perché stimola le ghiandole sebacee, con conseguente aumento della produzione di sebo.

Prodotti correlati

Se hai trovato utile questo articolo potrebbero interessarti anche...