Spedizione GRATUITA per ordini superiori a 69,90€

Orticaria solare

Orticaria solare

Tutte le cause e i sintomi dell'orticaria solare, una malattia rara causata da una reazione del sistema immunitario alla luce del sole

25/07/2022 14:31:00 | Volafarma

Che cos’è l’orticaria solare

L’orticaria solare è una malattia rara che è inquadrata nel gruppo delle fotoallergie. Si tratta di un disturbo cronico di fotosensibilità, ossia, è una reazione del sistema immunitario alla luce del sole o a fonti di raggi ultravioletti che produce sintomi cutanee nelle aree esposte al sole. Prende il nome di orticaria perché le manifestazioni cliniche ricordano quelle provocate dal contatto con le ortiche, con tumefazione della pelle, prurito e piaghe. Questi episodi insorgono dopo pochi minuti dall’esposizione ai raggi ultravioletti e, sebbene si tratti di una condizione totalmente benigna, può risultare molto invalidante, limitando le attività e la vita sociale di chi ne soffre.

Sintomi: come si manifesta l’orticaria solare

Come abbiamo detto, la tipica reazione dell’orticaria solare si manifesta già dopo pochi minuti dall’esposizione al sole, sulle aree cutanee esposte direttamente o coperte da indumenti sottili e bianchi, che non sono capaci di schermare le radiazioni UV. Questi sintomi, che sono proporzionati alla durata dell’esposizione, tendono a risolversi entro un’ora. Le manifestazioni cliniche più comuni riguardano la pelle ma possono insorgere anche sintomi sistemici, specialmente se l’esposizione coinvolge ampi distretti cutanei. Tra i sintomi dell’orticaria solare troviamo:

- Prurito 
- Bruciore 
- Eritema 
- Papule 
- Nausea 
- Respiro sibilante
- Svenimento 
- Broncospasmo

Lo schock anafilattico, che coinvolge le vie aeree e il crollo della pressione sanguigna, è molto raro.

Orticaria solare: cause

Le cause dell’orticaria solare non sono ancora del tutto note ma, si tratta di una conseguenza dell’esposizione alla luce solare. È una patologia molto rara che, solitamente, esordisce in età adulta, attorno ai 35 anni. In letteratura medica, però, si trovano anche casi di orticaria solare nei bambini. A livello biochimico, si tratta di un’ipersensibilità del sistema immunitario alla luce solare. Nei soggetti predisposti le radiazioni solari innescano un cambiamento in una sostanza prodotta dal nostro organismo che viene riconosciuta come estranea e attaccata dalle Immunoglobuline – E, una classe di anticorpo coinvolta nelle reazioni allergiche. Ovviamente le cause dell’orticaria solare sono ancora in fase di studio ma, ad oggi, questa rimane l’ipotesi più accreditata.

Orticaria solare: rimedi

Mentre effettuare la diagnosi per questa patologia è relativamente semplice, la gestione dei sintomi è molto più complessa poiché è impossibile evitare il contatto con i raggi solari. La prima terapia si basa sull’impiego di farmaci antistaminici come Fexallegra, che riducono il rilascio di istamina, la sostanza che genera irritazione e prurito. Per quanto riguarda le manifestazioni cutanee, invece, è possibile utilizzare una crema come Dermocortal per ridurre i sintomi. Alcuni rimedi naturali per l’orticaria solare si sono rivelati efficaci per limitare le manifestazioni spiacevoli come bruciore e prurito. Ottimo, ad esempio, il gel Aloe Vera Esi. In alcuni pazienti è stata tentata una terapia chiamata desensibilizzazione, che consiste nell’esposizione graduale e controllata alla luce solare.

Consigli per l’orticaria solare

Quando si soffre di questa patologia, la prevenzione si effettua evitando l’esposizione ai raggi solari. Si raccomanda quindi di indossare vestiti spessi e con colori in grado di schermare i raggi solari e poi di proteggere le parti sensibili - come testa e occhi - tramite accessori che limitino l’esposizione della pelle al sole. È sempre buona abitudine, infine, proteggere la cute con creme solari che schermino i raggi UV.

Prodotti correlati

Se hai trovato utile questo articolo potrebbero interessarti anche...