Spedizione GRATUITA per ordini superiori a 69,90€

Lichen planus

Lichen planus

Dermatosi cutanea che colpisce la pelle e e mucose orali e genitali. Scopri i rimedi per il lichen planus

10/01/2023 09:53:00 | Volafarma

Che cos’è il lichen planus

Il lichen planus è una malattia infiammatoria in grado di colpire la pelle e le mucose umane, caratterizzata dalla comparsa di pustole piatte e rossastre. 

Si tratta, in genere, di una dermatosi cutanea che però può colpire anche le mucose, come quelle orali, vaginali o del pene. Il lichen planus non è contagioso e si manifesta quando il sistema immunitario scatena un attacco contro le proprie cellule. Nota anche come la malattia delle 4 P, per via delle sue manifestazioni cliniche, questa dermatosi può insorgere con sintomi lievi e autolimitanti, oppure con manifestazioni gravi che comprendono il dolore severo e intenso prurito. 

In alcuni casi, oltre a cute e mucosa, il lichen planus può aggredire le unghie.


Sintomi: come si manifesta il lichen planus

Il quadro clinico del lichen planus varia a seconda della parte del corpo colpita, come la cute, la bocca, le mucose genitali e il cuoio capelluto. Quando colpisce la pelle, questa dermatosi si manifesta attraverso la comparsa di pustole piatte e rossastre, in grado di interessare potenzialmente tutto il corpo ma che nella maggior parte dei casi si manifestano all’interno dell’avambraccio, vicino ai polsi e alle caviglie.

Per quanto riguarda le mucose, invece, le pustole tendono ad essere biancastre e dare vita a rash cutaneo o ulcere; quando colpisce gli organi genitali femminili possono presentarsi perdite vaginali.

Tra i sintomi del lichen planus troviamo:

- Comparsa di pustole
- Prurito
- Lesioni delle mucose
- Rash cutaneo
- Dolore


Il
lichen planus colpisce raramente il cuoio capelluto ma, quando ciò accade, determina la perdita dei capelli il cui follicolo pilifero viene interessato dall’infiammazione.


Lichen planus: cause

La causa alla base della comparsa del lichen planus non è ancora del tutto chiara, ma la teoria più accreditata è quella che coinvolge una risposta anomala del sistema immunitario, il quale si attiva in maniera esagerata, probabilmente stimolato e innescato da specifiche.

La reazione scatenante è di tipo autoimmune, ovvero ad essere attaccato dal sistema immunitario per errore è l’organismo stesso. Le lesioni sono il risultato di un processo infiammatorio controllato da specifici globuli bianchi, i linfociti T.

Tra le cause del lichen planus e i suoi fattori di rischio possiamo elencare:

- Alcuni farmaci 
- Complicazioni a seguito di trapianti
- Epatite B – C
- Colangite biliare
- Amalgama dentale


L’amalgama dentale è il materiale composito con cui venivano fatte le otturazioni in odontoiatria. Nel linguaggio comune questa procedura veniva chiamata “
piombatura”. Oggi, grazie all’uso di materiali più inerti, l’uso dell’amalgama dentale è diventato rarissimo. 

Il genere femminile è più soggetto alla comparsa di lichen planus, con incidenza più alta nei soggetti di età compresa tra 50 – 70 anni. 


Lichen planus: rimedi 

Il lichen planus che colpisce la pelle può durare da alcuni mesi fino ad anni.

In genere, regredisce spontaneamente, ma può essere necessario effettuare delle terapie per eliminare il prurito e facilitare la guarigione della pelle. Per diminuire l’infiammazione, ad esempio, vengono impiegati i farmaci corticosteroidi

Per lenire prurito e ridurre le pustole, invece, si possono utilizzare prodotti a base di idrocortisone, come la crema Dermocortal. Un’altra classe di farmaci spesso impiegata per ridurre irritazione e prurito sono gli antistaminici, come Fexallegra in compresse rivestite

In caso di lichen orale, è possibile utilizzare un collutorio antisettico, come Curasept a base di clorexidina. Per quanto riguarda la comparsa di pustole nelle mucose genitali, i consigli migliori sono quelli di utilizzare un detergente intimo lenitivo e rivolgersi al medico per scegliere la terapia più indicata. Alcuni rimedi naturali per il lichen planus risultano davvero efficaci: ad esempio, è consigliabile utilizzare lo  spray Aloe Vera per lenire l’arrossamento e l’infiammazione delle mucose orali, o il Tea Tree Oil dal forte potere antisettico e antinfiammatorio.


Consigli per il lichen planus 

Una volta compreso come curare il lichen planus, è possibile ricorrere ad alcuni rimedi pratici per ridurre alcuni fastidiosi sintomi, come prurito e rossore. Ad esempio, è possibile fare impacchi caldi per ammorbidire la pelle o, al contrario, impacchi freddi per ridurre lo stato infiammatorio. 

È anche consigliato di evitare l’uso di indumenti stretti e aderenti sulle zone colpite. In caso di lichen planus orale è poi bene smettere di fumare e ridurre o eliminare il consumo di alcolici.

In più, è fondamentale curare in maniera scrupolosa l’igiene orale, evitando l’uso di dentifrici schiumogeni. 

Prodotti correlati

Se hai trovato utile questo articolo potrebbero interessarti anche...