Spedizione GRATUITA per ordini superiori a 69,90€

 

Le infezioni intime femminili sono pericolose in gravidanza?

Le infezioni intime femminili sono pericolose in gravidanza?

Le infezioni intime femminili possono causare dei problemi soprattutto quando si è in gravidanza. Ecco quali sono i rischi che si corrono.

27/10/2021 14:54:00 | Volafarma

Infezioni intime femminili: ecco quali sono i rischi in gravidanza

Le infezioni intime femminili sono un problema che con molta probabilità una donna affronterà almeno una volta nella vita, sono disturbi che se trattati subito si risolvono in breve tempo. Ma cosa succede se queste infezioni si presentano durante la gravidanza? I rischi sono sicuramente maggiori, perché non coinvolgono solo la donna, ma possono riguardare anche il feto e vanno dall’induzione prematura del parto, alla rottura delle membrane che lo contengono, a problemi di sviluppo.

Vediamo allora le patologie più comuni che possono dare origine a queste complicazioni.

Patologie pericolose in gravidanza, quali sono quelle a cui fare attenzione?

Come abbiamo accennato, le infezioni intime possono diventare pericolose in gravidanza, soprattutto se non curate subito. In particolare, è necessario prestare attenzione alle seguenti patologie:

- Candida
- Sifilide
- Gonorrea
- Clamidia
- Herpes genitale
- Vaginosi
- Infezioni delle vie urinarie

Tutte queste infezioni intime in gravidanza diventano pericolose se trascurate, ma vediamo più nello specifico cosa possono provocare.

 

SOS infezioni intime femminili: come proteggersi?

I rischi legati alle infezioni intime in gravidanza variano da patologia a patologia. Per analizzarli, quindi, è necessario analizzarle una per una:

- Candida: la candida vaginale in gravidanza non è una patologia pericolosa. Solitamente si risolve facilmente, ma in caso contrario, il rischio maggiore è per il feto. Infatti, al momento del parto, il bambino potrebbe sviluppare una candida orale che, però, si elimina facilmente grazie a dei trattamenti specifici.
- Sifilide: è una malattia piuttosto pericolosa, soprattutto in gravidanza. Nonostante si possa curare, può essere trasmessa al feto che, affetto da sifilide, potrebbe avere dei gravi problemi di sviluppo.
- Gonorrea: questa patologia può causare delle congiuntiviti nel bambino.
- Clamidia: anche la clamidia può provocare delle infiammazioni agli occhi nei neonati e, inoltre, può causare l’induzione prematura del parto e la rottura delle membrane che proteggono il feto.
- Herpes vaginale: l’herpes genitale non è da sottovalutare, può, infatti, essere trasmesso al neonato e provocare delle infezioni al cervello, danneggiare alcuni organi interni e ulcere a pelle e bocca.
- Vaginosi: provoca prematuramente l’inizio del travaglio e, di conseguenza, la rottura delle membrane che contengono il feto.
- Infezioni delle vie urinarie: possono provocare l’inizio del travaglio prima del termine previsto della gravidanza.

 

Come prevenire problemi in gravidanza?

Ma cosa fare per evitare l’insorgere di un’infezione intima? Il rimedio più efficace è la prevenzione. Vediamo allora qualche consiglio, soprattutto in gravidanza:

- Bere molto
- Curare l’igiene intima lavandosi regolarmente e usando un detergente adatto al ph della vagina come il detergente intimo Tfarma.
- Seguire un’alimentazione bilanciata povera di zuccheri e grassi che prediliga il consumo di frutta e verdura fresche, cereali integrali, pesce e frutta secca.
- Assumere degli integratori che aiutino a drenare i liquidi in eccesso e, quindi, a mantenere il benessere delle vie urinarie, proprio come l’integratore Smart Mamma adatto alle donne in gravidanza.

Contattaci per saperne di più sulle infezioni intime femminili in gravidanza e per conoscere i rimedi più efficaci per prevenirle.

Prodotti correlati

Se hai trovato utile questo articolo potrebbero interessarti anche...