Spedizione GRATUITA per ordini superiori a 69,90€

Gastrite

Gastrite

Infiammazione acuta o cronica della mucosa che riveste la parete interna dello stomaco. Scopri i rimedi per la gastrite

21/10/2022 13:14:00 | Volafarma

Che cos’è la gastrite

La gastrite è un’infiammazione della mucosa che riveste la parete interna dello stomaco e può verificarsi in maniera improvvisa o perdurare nel tempo. Nella maggior parte dei casi, si tratta di un disturbo non pericoloso e facilmente curabile ma, se non trattato adeguatamente, può portare alla formazione di ulcere e sanguinamenti della parete dello stomaco. Possiamo dividere la gastrite in due forme diverse: la gastrite acuta che, in genere, deriva da un’indigestione o da un’alimentazione scorretta e può presentarsi fin da subito nella forma erosiva e la gastrite cronica, spesso determinata dall’infezione con un batterio, l’helicobacter pylori


Sintomi: come si manifesta la gastrite 

Le manifestazioni cliniche della gastrite possono comparire in maniera improvvisa ed essere particolarmente intense oppure rimanere latenti, come nel caso di infezione da helicobacter pylori. Inoltre, se la mucosa gastrica viene indebolita ed è esposta all’azione erosiva dei succhi gastrici, oltre al dolore può comparire sanguinamento e la formazione di lesioni, chiamate ulcere. I crampi allo stomaco e il dolore addominale sono segni tipici, ma non esclusivi, della gastrite e possono dipendere anche da altri disturbi come meteorismo o sindrome del colon irritabile

Tra i sintomi della gastrite possiamo trovare:

- Dolore nella parte superiore dell’addome
- Nausea e vomito
- Bruciore di stomaco
- Diminuzione dell’appetito
- Dimagrimento
- Senso di pienezza dopo i pasti
- Eruttazione o gonfiore 

Il sanguinamento gastrico è un sintomo facilmente risolvibile. Tuttavia, la presenza di sangue nelle feci o nel vomito richiede sempre cure immediate.


Gastrite: cause

A livello fisiologico, le pareti dello stomaco sono protette da una mucosa che fa da barriera contro gli acidi gastrici, responsabili della digestione. Questi acidi sono così corrosivi che, in assenza di un’adeguata protezione, possono digerire lo stomaco stesso. Quando questa barriera viene indebolita, le pareti dello stomaco si danneggiano e subentra infiammazione. I fattori che possono portare ad un indebolimento del muco che protegge le pareti sono molti, da una dieta squilibrata, all’abuso di farmaci antinfiammatori, fino allo stress, responsabile della comparsa di gastrite nervosa

Tra le cause della gastrite possiamo elencare:

- Abuso di alcol
- Dieta errata 
- Helicobacter pylori
- Droghe 
- Assunzione prolungata di farmaci 
- Patologie autoimmuni
- Stress


Sebbene non esistano evidenze che provino che alimenti come caffè e cibi piccanti possano essere la causa di questa condizione, è sicuramente meglio evitarli poiché aggravano il fattore acido dello stomaco.


Gastrite: rimedi 

I rimedi per la gastrite hanno lo scopo di ridurre il livello di acidità nello stomaco, in modo da alleviare i sintomi e permettere la guarigione dello stato infiammatorio. Inoltre, è necessario individuare la causa che ha portato all’insorgenza della malattia. La terapia farmacologica si basa sull’utilizzo di antiacidi, come Nexium control compresse, utili a ridurre il fattore acido dello stomaco. Ottimo anche il Sodio Bicarbonato in compresse. Per ridurre il bruciore di stomaco, uno dei sintomi della gastrite più comuni, si può far uso poi di Maalox sospensione orale. La cura per la gastrite da helicobacter pylori si effettua tramite la somministrazione di antibiotici per un periodo di 14 giorni. Nel caso di gastrite nervosa, ridurre lo stress e migliorare la qualità del sonno attenua anche i sintomi. A questo scopo, può essere di aiuto utilizzare le gocce di Valeriana e Passiflora


Consigli per la gastrite 

Quando si soffre di gastrite, diventa essenziale una scrupolosa attenzione all’alimentazione. Se gli episodi di acidità di stomaco sono frequenti, fare pasti più leggeri e più frequenti può essere di grande aiuto. In linea generale, vanno evitati tutti quegli alimenti dal potere irritante, come cibi speziati, acidi, fritti o grassi. Anche il fumo di sigaretta dovrebbe essere bandito. Inoltre, se si soffre di gastrite cronica, l’uso di antinfiammatori deve essere ridotto al minimo e solo nei casi strettamente necessari.

Prodotti correlati

Se hai trovato utile questo articolo potrebbero interessarti anche...