Spedizione GRATUITA per ordini superiori a 69,90€

Follicolite

Follicolite

Infiammazione dei follicoli piliferi, ovvero le strutture dell'epidermide costituite da pelo e guaine. Scopri tutti i rimedi per la follicolite

20/06/2022 10:11:00 | Volafarma

Che cos’è la follicolite

La follicolite consiste nell’infiammazione e nell’infezione acuta dei follicoli piliferi, le strutture anatomiche dell’epidermide costituite dal pelo e dalle sue guaine. Questa infiammazione può colpire qualsiasi parte del corpo ricoperta da peli, compreso il cuoio capelluto e, se molto grave, può addirittura portare alla caduta del pelo e dei capelli.

Possiamo distinguere due tipi diversi di follicolite: la
follicolite superficiale e la follicolite profonda. I distretti corporei più colpiti sono quelli soggetti a una rasatura frequente come il volto negli uomini e gambe e zona inguinale nelle donne. Può colpire individui di qualsiasi età e razza, sia di sesso maschile che femminile.


Sintomi: come si manifesta la follicolite

Le manifestazioni cliniche principali di questo disturbo sono la comparsa di foruncoli e pustole contenenti pus. Quando si tratta di follicolite profonda, oltre a questi segni subentrano anche dolore molto forte e cicatrici che possono danneggiare il follicolo pilifero. Le dimensioni dei foruncoli e delle vescicole variano in base alla profondità dell’infezione e al danno che procurano al follicolo.

Tra i
sintomi della follicolite troviamo:

- Foruncoli rossi
- Pustole 
- Vescicole
- Pus
- Arrossamento della pelle
- Piccole cicatrici
- Prurito 

Il prurito è un sintomo che accompagna sempre l’insorgenza di una follicolite e porta con sé il desiderio di grattarsi. Tuttavia, questa azione è altamente sconsigliata perché potrebbe creare lesioni cutanee che rappresentano una valida via d’accesso per i batteri.


Follicolite: cause

Le cause alla base di una follicolite sono molte e non sempre identificabili. Nella maggior parte dei casi, l’infiammazione è dovuta a un’infezione da parte di batteri, virus o funghi. Esistono anche follicoliti non infettive determinate dal contatto con oli derivati dal petrolio.

Questa condizione colpisce maggiormente i lavoratori delle raffinerie o gli operai che si occupano di manutenzione stradale. La
follicolite da depilazione si manifesta a seguito della rasatura, generando i sintomi tipici di questa patologia che tende a essere recidiva, ma non è sorretta da infezioni.

Tra le
cause di follicolite possiamo elencare:

- Rasatura o depilazione
- Acne
- Lesioni cutanee
- Punture o morsi d’insetto
- Dermatiti
- Sudorazione eccessiva
- Abiti aderenti
- Virus, batteri e funghi
- Diabete

La follicolite può evolvere in una foruncolosi, condizione in cui i foruncoli che si formano lasciano sulla pelle cicatrici e macchie e danneggiano in maniera permanente il follicolo pilifero.


Follicolite: rimedi 

I rimedi per la follicolite dipendono dalla gravità con cui si presentano i sintomi. Nel caso di follicoliti superficiali, è sufficiente l’utilizzo di saponi neutri e delicati come il detergente liquido Sebamed. In caso di follicolite batterica, invece, la terapia farmacologica prevede l’utilizzo di antibiotici per risolvere l’infezione mentre, quando l’agente patogeno è un fungo, si procede con l’utilizzo di antimicotici.

Il trattamento del prurito prevede l’utilizzo di
creme a base di idrocortisone. Per la follicolite da depilazione che tende ad essere recidivante, è bene utilizzare a scopo preventivo un esfoliante a base di acido glicolico che prepara la pelle allo stress della rasatura ed evita spiacevoli conseguenze.


Consigli per la follicolite

Non esiste una vera e propria prevenzione per la follicolite, ma alcuni accorgimenti possono evitare di scatenare questa reazione infiammatoria. Ad esempio, evitare indumenti troppo stretti o costruiti con materiali ruvidi riduce molto lo sfregamento che questi tessuti operano sulla cute. La rasatura, inoltre, deve essere eseguita in modo delicato, evitando traumi alla pelle e possibilmente, applicando sulla cute un gel protettivo dopo il risciacquo.

Si deve poi evitare di grattare foruncoli e vescicole, perché si possono creare lesioni cutanee, e di spremere il pus all’interno delle pustole, perché può diffondere ancor di più l’infezione.

Prodotti correlati

Se hai trovato utile questo articolo potrebbero interessarti anche...