Spedizione GRATUITA per ordini superiori a 69,90€

 

Ernia del disco

Ernia del disco

L’ernia del disco è una patologia causata dalla fuoriuscita del nucleo di un disco intervetebrale che provoca un intenso dolore. Scopri le cause che portano a questa condizione

10/05/2022 15:52:00 | Volafarma

Che cos’è l’ernia del disco 


Con il termine ernia del disco si indica la fuoriuscita del nucleo polposo del disco intervertebrale, a causa della rottura dell’anello fibroso. Nello specifico, all’interno della colonna vertebrale, tra una vertebra e l’altra, sono disposti dei cuscinetti, chiamati dischi intervertebrali. Questi dischi sono composti da una parte interna di consistenza gelatinosa e da una parte esterna fibrosa e dura. I dischi intervertebrali fungono da ammortizzatori e permettono il movimento e la flessibilità della struttura. 


Quando, in seguito a usura, sforzi eccessivi, traumi o movimenti innaturali la parte esterna costituita da fibra si rompe, avviene la fuoriuscita, denominata “erniazione”, della parte gelatinosa che causa l’irritazione dei nervi che circondano la colonna vertebrale. L’ernia del disco è molto frequente nel tratto lombare mentre è rarissima a livello cervicale. Questo perché il peso sopportato dal disco aumenta con l’aumentare della distanza dalle vertebre del collo.


Sintomi: come si manifesta l’ernia del disco 


Solitamente, la manifestazione clinica più importante di questa patologia è il dolore, che diventa a tratti insopportabile. L’entità dipende dall’età e dal punto in cui avviene la fuoriuscita del disco e, in qualche caso, può non manifestarsi affatto. Oltre al dolore localizzato si subisce anche l’azione di un dolore di riflesso. 

Ad esempio, se la zona colpita è quella lombare la manifestazione dolorosa può irradiarsi attraverso la via del nervo sciatico, coinvolgendo gluteo, gamba e piede. I sintomi dell’ernia del disco sono:


- Dolore intenso 
- Incapacità di movimento 
- Formicolio e intorpidimento 
- Debolezza
- Infiammazione dei nervi 

In alcuni casi, l’infiammazione dei nervi, in special modo nella zona lombare, può interferire con il corretto funzionamento della vescica o dell’intestino. 


Ernia del disco: cause 


L’ernia del disco è il risultato di un deterioramento delle strutture che compongono la colonna vertebrale. Questo deterioramento può essere imputato a eventi fisiologici come età e invecchiamento. Con il passare del tempo, i dischi intervertebrali perdono il loro contenuto acquoso che determina una minore resistenza e flessibilità. L’ernia del disco può essere causata, inoltre, da eventi traumatici o violenti come incidenti, traumi da contatto e scatti o torsioni eccessive. 

Tra le cause di ernia del disco possiamo elencare:


- Età e invecchiamento 
- Lavori usuranti 
- Traumi
- Trasporto di oggetti pesanti 
- Cadute sulla schiena
- Sollevamento di carichi eccessivi    

Il sollevamento di carichi eccessivi, sia per motivi di lavoro che per attività sportive (come palestra o sollevamento pesi) imprime delle sollecitazioni sempre più forti a carico dei dischi che possono lesionarsi e causare la fuoriuscita del nucleo polposo.


Ernia del disco: rimedi 


Le cure per l’ernia del disco dipendono da svariati fattori. Inizialmente, se la condizione non è molto grave, si tende ad applicare una terapia conservativa in attesa di una possibile stabilizzazione del dolore. I farmaci consigliati sono antidolorifici come Brufen analgesico e l’applicazione di presidi che possano donare sollievo come la fascia autoriscaldante Thermacare. Altri farmaci utilizzati sono i corticosteroidi e i miorilassanti. In cooperazione con la terapia farmacologica il medico può prescrivere sedute di fisioterapia, ultrasuoni e ozono terapia. Se tutto ciò non risolve il problema si ricorre all’intervento chirurgico.


Consigli per l’ernia del disco 


Per prevenire una possibile comparsa di ernia del disco si possono seguire alcuni semplici consigli. Uno stile di vita sano che comprende esercizio fisico moderato e un normale peso forma sono la base per il benessere del nostro organismo. Sarebbe, inoltre, bene evitare sport usuranti o sforzi eccessivi o praticare attività fisica con estrema cautela indossando protezioni come la cintura lombare, specie nel caso di sollevamento pesi. 


Anche una buona postura è essenziale per prevenire alterazioni della colonna vertebrale che possano trasformarsi in ernia. Quando si pratica sport, poi, bisogna ricordarsi sempre di scaldare i muscoli e praticare stretching in modo da abituare le strutture della colonna a movimenti improvvisi per evitare torsioni eccessive che possano portare alla rottura del disco e alla fuoriuscita del nucleo polposo

Prodotti correlati

Se hai trovato utile questo articolo potrebbero interessarti anche...