Spedizione GRATUITA per ordini superiori a 69,90€

 

Come scegliere il detergente intimo rispettando il proprio ph naturale

Come scegliere il detergente intimo rispettando il proprio ph naturale

La scelta del detergente intimo è determinante non solo per una corretta pulizia, ma anche per salvaguardare la salute delle mucose, evitando infezioni e fastidi all’apparato genitale. Ecco cosa sapere in merito.

21/04/2022 16:32:00 | Volafarma

Non sono tutti uguali! Ecco come scegliere il detergente intimo più adatto a te

L'igiene intima non è soltanto sinonimo di pulizia: un'accurata detersione serve a preservare le caratteristiche della zona interessata e supporta in caso di problematiche o disturbi.

In commercio esistono tantissimi saponi e detergenti specifici per l'area intima e non è sempre facile individuare quello più adatto. Ma come scegliere il detergente intimo perfetto? Il segreto sta tutto nel ph!

In questa mini guida ti spieghiamo, in particolare, cos’è il ph e quanto conta nella scelta del detergente intimo!

 

Il ph del detergente intimo: tutto quello che c'è da sapere

La zona intima è una delle parti più delicate del nostro corpo e per questo necessità di essere trattata con prodotti appositamente studiati per preservarne le caratteristiche. I detergenti intimi hanno specifiche formulazioni di ph e una serie di componenti, più o meno naturali, che rispondono a bisogni e situazioni diverse. Il ph, infatti, è un'unità di misura con la quale è possibile quantificare il grado di acidità o basicità di una determinata sostanza: un ph tra 0 e 6 si definisce acido, il ph 7 è neutro, mentre se il valore è compreso tra 6 e 14, il ph si configura come basico.

 

Generalmente il ph vaginale è acido, perché questo è il primo mezzo di difesa contro la proliferazione di batteri e agenti patogeni. L'ambiente intimo, infatti, è un vero e proprio ecosistema in cui convivono diversi microrganismi, alcuni dei quali costituiscono la flora batterica vaginale. Il ph non è sempre lo stesso, ma si modifica a seconda dei normali cambiamenti ormonali nella vita di una persona.

Per esempio, non solo il ciclo mestruale causa dolore, ma espone anche al rischio di infezioni, ed è quindi raccomandabile optare per un detergente a ph 3,5. Se si soffre di patologie come la vulvodinia o la vaginosi batterica è preferibile scegliere un detergente con ph fisiologico a 5 per rispettare l'ambiente vaginale. In menopausa, invece, il ph vaginale può aumentare fino al 6, perciò si consiglia di usare saponi intimi con un ph intorno al 4,5 per contrastare secchezza o perdite indesiderate.

Se ti stai chiedendo come scegliere il detergente intimo, questi sono i principali fattori da tenere in considerazione.

 

Guida ai migliori detergenti intimi per rispettare il proprio ph naturale

Una volta scoperto come il ph può tornarti utile nella scelta del detergente, è bene conoscere come alcuni componenti possano rafforzare l'azione di difesa e rispetto dell'ambiente fisiologico intimo. Il detergente intimo Saugella è studiato per mantenere lo stato di salute e per ridurre fastidiosi sintomi: al suo interno si trovano ingredienti come la salvia, che esercita un'attività antinfiammatoria sulla mucosa, e la camomilla che lenisce e calma le irritazioni.

Il detergente Donna Life, invece, è formulato con il 98% di ingredienti naturali ed è arricchito con mentolo, che dona una piacevole sensazione di freschezza e, mediante la presenza di aloe vera, idrata e lenisce la zona.

La mousse ginecologica Euphidra con amido e proteine del riso aiuta a bilanciare il ph e, grazie al complesso odor mix, è il detergente ideale per prevenire la formazione di cattivi odori legati a incontinenza, perdite vaginali e ciclo mestruale.

Se sei ancora indeciso su come scegliere il miglior detergente intimo o sei alla ricerca di consigli per una corretta detersione intima, contattaci: il team Volafarma è a tua completa disposizione.

Prodotti correlati

Se hai trovato utile questo articolo potrebbero interessarti anche...