Spedizione GRATUITA per ordini superiori a 69,90€

 

Colpo di calore nei bambini: ecco i sintomi e come intervenire

Colpo di calore nei bambini: ecco i sintomi e come intervenire

10/06/2021 16:25:00 | Volafarma

Colpo di calore nei bambini: perché sono i soggetti più sensibili

Il sole, il caldo e le vacanze: finalmente l’estate è arrivata ma per godersi appieno il tempo all’aria aperta bisogna fare attenzione alle temperature troppo elevate. E se gli adulti devono stare in guardia, è verso i più piccoli che bisogna avere soprattutto un occhio di riguardo. Non è infatti raro che si riscontri un colpo di calore nei bambini, perché mentre negli adulti il sistema che regola la temperatura corporea è già del tutto formato, nei bambini è ancora in evoluzione.

In linea generale, il nostro corpo è in grado di mantenere la temperatura corporea ad un livello accettabile sia che il clima sia freddo sia che faccia caldo. Durante la crescita però, specie se il bambino è ancora molto piccolo, il sistema di termoregolazione non è ancora sviluppato del tutto e questo rende i più piccoli una categoria più a rischio. Vediamo però nello specifico cos’è il colpo di calore nei bambini e come si manifesta.

 

Come si riconoscono i colpi di calore nei bambini?

Portare i bambini a giocare all’aria aperta durante la bella stagione è un’ottima idea. Potranno socializzare e correre insieme ad altri bambini e anche tu potrai fare dei giochi insieme ai tuoi figli. Se però si manifestano questi sintomi potrebbe trattarsi di un colpo di calore ed in quel caso è bene intervenire subito. Vediamo quali sono:

- Stanchezza improvvisa
- Debolezza
- Pallore
- Vertigini
- Respiro e battito accelerato
- Sudorazione elevata
- Nausea
- Vomito

Cosa fare quando il bambino ha un colpo di calore

Non appena si riconoscono i sintomi del colpo di calore nel bambino bisogna subito intervenire. Mettiti seduto in una zona d’ombra e fai bere al tuo bambino dell’acqua a piccoli sorsi. Dopodiché se i sintomi persistono fallo sdraiare e sollevagli le sue gambe in modo da favorire la circolazione sanguigna. Per far abbassare la temperatura corporea puoi bagnargli la fronte e i polsi con un panno umido oppure direttamente la testa con po’ d’acqua. Quando si sarà ripreso lascialo riposare per il resto della giornata. 

 

Come prevenire i sintomi del colpo di calore

Per prevenire i colpi di calore non è necessario smettere di portare i bambini all’aria aperta. Basta seguire alcuni consigli utili per trascorrere delle giornate serene senza malesseri. Ecco quali sono:

- Temperature: in alcuni giorni estivi in Italia si possono raggiungere anche i 40°. Non tutti i parchi o i giardini pubblici poi hanno delle zone d’ombra dove possono stare i bambini. Il consiglio è quindi quello di far stare fuori i più piccoli nelle ore meno calde della giornata evitando la fascia oraria tra le 12 e le 16. Scegli anche dei posti ombreggiati che proteggano il tuo bambino dal caldo afoso e dal sole diretto.
- Indumenti: fai indossare al tuo bambino degli indumenti traspiranti di tessuti naturali come il cotone o il lino. In questo modo la sudorazione potrà procedere naturalmente e il tuo bambino si sentirà più fresco.
- Idratazione: bere molto è fondamentale soprattutto nei mesi più caldi. Quando sudiamo infatti espelliamo liquidi, e perdiamo acqua e sali minerali che è bene reintegrare sia con altra acqua che con frutta e verdura fresche.
- Integratori: se hai notato che il tuo bambino sta faticando ad adattarsi alle temperature calde potresti provare ad aiutarlo con degli integratori di vitamine e sali minerali. Ne sono due esempi l’integratore Supradyn Energy in caramelle gommose oppure l’integratore di vitamine B Be-Total Plus.

Contattaci per saperne di più sul colpo di calore nei bambini e conoscere ulteriori prodotti per aiutare i più piccoli durante i periodi caldi.