Spedizione GRATUITA per ordini superiori a 69,90€

Colecistite

Colecistite

Infiammazione della cistifelle che si presenta in forma acuta o cronica. Scopri i rimedi per la colecistite

10/01/2023 09:53:00 | Volafarma

Che cos’è la colecistite

La colecistite è un’infiammazione della cistifellea, nota anche con il nome di colecisti, che si può presentare in forma acuta o cronica e riconosce cause differenti.

La colecisti è un organo a forma di pera posto sotto al fegato e serve come deposito per la bile, un fluido prodotto dal fegato e utile all’organismo per digerire correttamente i grassi. Dopo i pasti, infatti, la colecisti è in grado di spingere la bile verso l’intestino per contribuire ai processi digestivi. 

In circa il 90% dei casi, questa infiammazione deriva dalla presenza di calcoli all’interno della cistifellea (colelitiasi) mentre, in un 5% dei casi, la colecistite acuta può essere dovuta a cause diverse e ben più pericolose.

In questo caso l’infiammazione prende il nome di colecistite alitiasica.


Sintomi: come si manifesta la colecistite

In molti pazienti che presentano calcoli alla cistifellea, questa condizione rimane latente e asintomatica, mentre, in alcuni casi possono verificarsi coliche biliari caratterizzate da un dolore persistente e continuo anche dopo l’episodio acuto.

In genere, la colecistite acuta è tipicamente accompagnata da sintomi come febbre e dolore al quadrante superiore destro dell’addome e, talvolta, può estendersi posteriormente. Questa sintomatologia dolorosa è spesso esacerbata dalla palpazione e non è necessariamente correlata alla gravità dell’infiammazione. La colecistite cronica che può derivare da episodi acuti ripetuti può essere asintomatica.

Tra i sintomi della colecistite troviamo:

- Febbre
- Nausea e vomito
- Dolore
- Perdita di appetito
- Gonfiore addominale
- Feci più chiare
- Ittero


L’
ittero, ovvero la colorazione gialla della pelle e delle sclere oculari, è tipicamente correlato alle forme di colecistite in cui i calcoli si trovano nel coledoco, impedendo il deflusso della bile verso l’intestino.


Colecistite: cause

Le cause della colecisti infiammata possono dipendere da diversi fattori, tra cui la presenza di calcoli biliari, patologie e alimentazione sbagliata.

Nella maggior parte dei casi, si tratta di un’infiammazione che deriva dalla presenza di calcoli biliari, un disturbo molto diffuso nella popolazione, anche se spesso la loro presenza non causa alcun sintomo al paziente. 

Quando questi calcoli ostruiscono il principale canale che consente il deflusso della bile (dotto cistico), questa andrà ad accumularsi nella cistifellea, aumentandone gradualmente la pressione interna e causando infiammazione.

Alcuni soggetti presentano un rischio maggiore di sviluppare calcoli come, ad esempio, le donne, le persone obese e i soggetti che soffrono di diabete.

Tra le cause di colecistite, quindi, possiamo elencare:

- Calcoli biliari
- Infezioni sistemiche (sepsi)
- Malnutrizione
- Alimentazione grassa
- Carenze immunitarie
- Digiuno prolungato
- Infezioni virali


La
colecistite cronica è causata da ripetuti attacchi della forma acuta, in genere dovuti alla presenza di calcoli biliari nella cistifellea. Gli attacchi ripetuti causano un graduale ispessimento delle pareti dell’organo che quindi inizia a restringersi e perdere efficacia nella capacità di concentrare, immagazzinare e rilasciare la bile.


Colecistite: rimedi

La cura per la colecistite deve essere attuata subito, in modo da scongiurare il rischio di complicanze gravi. Oltre al riposo funzionale e intestinale, con annesso digiuno, è possibile assumere farmaci antispastici come Antispasmina in compresse; specialmente in caso di coliche, sono indicati i medicinali analgesici per alleviare il dolore, come Moment in compresse.

Inoltre, considerando lo stato di digiuno, è fondamentale provvedere al mantenimento dell’equilibrio idrosalino dell’organismo anche tramite integratori come Massigen Magnesio e Potassio. In presenza di una colecistite piuttosto grave o complicata, si rende necessaria la colecistectomia, un’operazione chirurgica di asportazione della colecisti.


Consigli per la colecistite

Questa patologia non è sempre evitabile ma, una dieta per la colecistite povera di grassi è sicuramente la strategia più adatta per tutti i soggetti a rischio, come chi ha già manifestato problemi legati alla cistifellea o persone in forte sovrappeso. 

Quando si soffre di colecistite i cibi da evitare sono rappresentati da tutti quegli alimenti ricchi di grassi, come carni rosse, fritti e alcol.

Prodotti correlati

Se hai trovato utile questo articolo potrebbero interessarti anche...