Spedizione GRATUITA per ordini superiori a 69,90€

Carie

Carie

La carie è un processo di corrosione acida del dente ed è una delle più comuni patologie nell’ambito odontoiatrico. Colpisce in genere i molari, i premolari e gli incisivi superiori

25/11/2021 16:48:00 | Volafarma

Che cos'è la carie

La carie dentale è un'infezione causata dall'attacco di alcuni microorganismi che sono nel cavo orale e che trovano rifugio nella placca e nel tartaro presenti all’interno dell’arcata dentaria. Si tratta di un processo lento e progressivo che colpisce in genere i molari, i premolari e gli incisivi superiori e che porta alla distruzione del dente.

Se il processo distruttivo del dente coinvolge tutto lo spessore della dentina, ovvero il tessuto che forma la corona del dente, si tratta di carie profonda e richiede uno specifico trattamento di odontoiatria (otturazione). Tale trattamento va effettuato anche quando si ha la carie ai denti da latte.

Rispetto ai denti permanenti, quelli da latte sono più soggetti alla corrosione dello smalto da parte dei batteri, perché sono denti con uno smalto meno mineralizzato. Per questo motivo i batteri del cavo orale riescono a distruggerlo più velocemente, raggiungendo la dentina sottostante.

Sintomi: come si manifesta la carie

Carie, come riconoscerla? Nei primi stadi la carie ai denti è asintomatica. Quando i batteri corrodono lo smalto dei denti e si spingono in profondità, i sintomi della carie si manifestano con mal di denti, alitosi e ipersensibilità dentinale.

Se non curata tempestivamente, la carie può provocare complicanze più dannose per la salute del dente e portare anche alla perdita del dente coinvolto.

I sintomi della carie profonda possono essere:
- Infiammazione della polpa del dente (pulpite)
- Ascessi e cisti
- Granulomi dentali
- Parodontite

Carie: cause

Le cause della carie ai denti sono i batteri del cavo orale che si nascondono nella placca dentale, una patina che aderisce alla superficie dei denti.

I germi che si attaccano alla placca batterica si nutrono del glucosio contenuto nei residui alimentari, formando il lattato, una sostanza acida che riesce a sciogliere lentamente lo smalto dentale, tanto da intaccare la dentina.

Carie: rimedi

Le patologie dentarie come le carie devono sempre essere trattate e curate dal dentista e ciò vale anche per la carie in gravidanza, anche se è consigliato sottoporsi a interventi odontoiatrici nel secondo trimestre di gestazione.

Ma quanto costa curare una carie? In genere la spesa per sistemare una carie è di 100 / 200 euro, ma è anche molto importante cercare di evitare che si formi.

Per prevenire la carie è bene mantenere una corretta igiene orale, per esempio con Elmex, una linea di prodotti per l’igiene dentale quotidiana di adulti e bambini, particolarmente efficace per la protezione della salute di denti e gengive, grazie alla formulazione a base di fluoruro amminico.

Il Collutorio Protezione Carie e il Dentifricio Classico Senza Mentolo sono particolarmente indicati nella protezione quotidiana dalla carie dentale.

Consigli per la carie

Quindi come prevenire le carie ai denti? Con una corretta igiene orale quotidiana.

Dopo i pasti è bene lavare i denti con spazzolino e dentifricio anticarie, ma anche utilizzare il filo interdentale e il collutorio antiplacca. Per evitare una carie profonda si consiglia anche di sottoporsi a visite odontoiatriche di controllo semestrali e a quelle periodiche di igiene dentale professionale, al fine di rimuovere il tartaro.

Prodotti correlati

Se hai trovato utile questo articolo potrebbero interessarti anche...