Spedizione GRATUITA per ordini superiori a 69,90€

Candida vaginale

Candida vaginale

La candida vaginale è un’infezione che colpisce le donne e può essere causata da diversi fattori come il calo delle difese immunitarie. È importante curarla per evitare che diventi cronica

13/10/2021 09:37:00 | Volafarma

Che cos'è la Candida vaginale

La candida vaginale o candidosi vaginale, è un'infezione fungina al livello dei genitali femminili, caratterizzata dalla presenza del fungo Candida albicans. In genere i casi clinici di candida vaginale non compromettono seriamente le condizioni di salute delle persone che ne sono affette ed esistono molte terapie e rimedi per risolvere in modo definitivo il disturbo.

Sintomi: come si manifesta la Candida vaginale

Quando si ha la candida vaginale i sintomi tipici sono:

- dolore e prurito intenso alla vulva,
- perdite vaginali simili a ricotta,
- dolore durante i rapporti sessuali,
- ulcere a livello perineale,
- difficoltà ad urinare.

Può capitare di avere uno o più sintomi contemporaneamente, a seconda anche dello stato dell’infezione.

Candida vaginale: cause

Sono diversi i fattori che possono compromettere l'efficienza dei meccanismi di difesa dell’organismo e contribuire allo sviluppo della candidosi al livello genitale. Oltre alla scarsa igiene intima e l'immunodepressione, della candida vaginale le cause principali sono:

- Abuso di antibiotici o corticosteroidi per lunghi periodi. L’uso improprio di antibiotici determina l'impoverimento della flora batterica che regola la proliferazione di microrganismi come la Candida albicans.

- Stress intenso e conseguente calo delle difese immunitarie.
- Uso di detergenti intimi di scarsa qualità che possono irritare la vagina e favorire la moltiplicazione del fungo.
- Soffrire di diabete mellito. Le persone diabetiche hanno una elevata quantità di glucosio nel sangue (glicemia alta) che favorisce il proliferare del fungo Candida albicans.
- Uso di oggetti personali (come asciugamani e biancheria intima) o avere rapporti sessuali con persone affette da candida.

Candida vaginale: rimedi

Come curare la candida vaginale? Esistono cure farmacologiche ma anche diversi rimedi per controllare e risolvere l’infezione fungina.

In caso di candida vaginale i farmaci antifungini sono il trattamento comunemente usato sia al livello topico che sistemico.

Per la candida vaginali rimedi locali possono essere:

- Utilizzare soluzioni per l’igiene intima indicate in caso di disturbi ginecologici di varia origine. Un esempio sono le lavande vaginali Ginfast di Logus Pharma, un prodotto utile sia nella prevenzione delle infezioni vaginali che nel favorire il rapido ripristino del fisiologico pH vaginale, perché ha un’azione lenitiva e delicatamente detergente nel rispetto dell’equilibrio della microflora vaginale.

- Applicare dispositivi medici ad uso intra-vaginale, come Flora Lady Emulgel Candida, un gel vaginale a base di oli essenziali di arancio amaro, camomilla, melissa, lavanda e sodio ialuronato. Specificamente indicato per ripristinare il normale equilibrio della microflora vaginale, Emulgel è un rimedio utile in caso di dolore, infiammazione e secchezza, oltre che quando si avvertono prurito e bruciore, tutti disturbi comuni in presenza di candidosi e micosi. Flora Lady Emulgel Candida riequilibra il pH fisiologico e forma un film protettivo sulla mucosa vaginale.

Per calmare il prurito, che è uno dei sintomi tipici dell’infezione da candida vaginale, rimedi naturali possono essere i lavaggi (esterni) con acqua fresca perché forniscono un'immediata sensazione di sollievo.

Consigli per la Candida vaginale

Lo stress può favorire o accentuare l'infezione, per questo si consiglia di seguire una dieta sana e bilanciata, oltre che svolgere una regolare attività fisica. Per potenziare le proprie difese immunitarie si possono assumere yogurt con fermenti lattici vivi e probiotici (Lactobacillus) in modo da mantenere l'equilibrio della flora batterica intestinale e velocizzare la guarigione dall’infezione.

Per quanto riguarda l’igiene personale, è meglio evitare di indossare slip sintetici e preferire piuttosto slip di cotone, perché permettono la traspirazione genitale. Inoltre, è bene lavare accuratamente (a 60 gradi in lavatrice) la biancheria e le lenzuola, che sono state a contatto con un individuo che è stato colpito da candida.

 

Prodotti correlati

Se hai trovato utile questo articolo potrebbero interessarti anche...