Spedizione GRATUITA per ordini superiori a 69,90€

Asma

Asma

L’asma č un’infiammazione cronica dei bronchi. Scopri le cause di questo disturbo polmonare

15/04/2022 17:29:00 | Volafarma

Che cos’è l’asma


L’
asma è una malattia infiammatoria cronica delle vie aeree, caratterizzata dall’ostruzione, generalmente reversibile, dei bronchi. I bronchi rappresentano la porzione delle vie aeree che va dalla trachea fino agli alveoli polmonari, le strutture dove avviene lo scambio di ossigeno con il circolo sanguigno. L’infiammazione che si sviluppa nell’albero bronchiale fa si che queste strutture subiscano una contrazione, si riempiano di liquido e producano un eccesso di muco, riducendo in tal modo lo spazio disponibile per la libera circolazione dell’aria.

L’
asma può essere causato da diversi fattori: si parla di asma bronchiale, quando questo è causato da fattori ambientali come fumo e inquinanti atmosferici, asma allergico, causato da l’iper-reazione del sistema immunitario a sostanze chiamate allergeni o asma da reflusso gastroesofageo. Quando si soffre di reflusso gastroesofageo il contenuto dello stomaco tende a risalire fino all’esofago, in alcuni casi il contenuto gastrico raggiunge i polmoni causando infiammazione.


Sintomi: come si manifesta l’asma


I
sintomi dell’asma variano di persona in persona, si possono presentare in maniera cronica o acuta e temporanea. La tosse è il principale segno di questa patologia e si accompagna a difficoltà respiratorie. L’asma è un disturbo molto comune che interessa circa il 5% della popolazione italiana e colpisce, spesso, in età infantile.

Tra i
sintomi dell’asma troviamo:


- Tosse secca
- Difficoltà respiratoria 
- Respiro sibilante 
- Affanno
- Peso sul torace 
- Disturbi del sonno

Inoltre, nel caso di asma allergica si può presentare anche con naso chiuso e starnuti, sintomi tipici dell’allergia. 


Asma: cause


Le cause alla base dell’
asma sono una combinazione tra fattori genetici e fattori ambientali. Per quanto riguarda l’asma allergica, i responsabili dell’infiammazione sono sostanze chiamate allergeni, come pollini o polvere. In soggetti predisposti il contatto con queste sostanze scatena una iper-reazione del sistema immunitario che causa broncospasmo e riduce lo spazio disponibile per l’aria. Nel caso di asma non allergica, questa è causata da alcuni fattori ambientali che irritano le strutture polmonari come, ad esempio, fumo di sigaretta e inquinanti atmosferici. Tra le cause di asma possiamo citare:


- Allergie 
- Infezioni delle vie aeree
- Sostanze irritanti
- Inquinanti ambientali 
- Fumo di sigaretta 
- Reflusso gastroesofageo 
- Fattori genetici 
-Aria fredda
- Esercizio fisico

L’asma indotta da esercizio fisico, chiamata anche asma da sforzo è una malattia molto comune. Quando si pratica attività fisica, si tende a respirare più velocemente e attraverso la bocca. In questo modo, l’aria che raggiunge i polmoni è molto più secca e fredda rispetto a quella che, di solito, passa attraverso il canale del naso. L’aria fredda causa disidratazione del rivestimento delle vie aeree, provocando infiammazione e broncospasmo.


Asma: rimedi 


Il
trattamento dell’asma dipende molto dalla severità dei sintomi, dall’età e dalla durata ella patologia. Trattandosi di una malattia cronica va seguita sia nella fase sintomatica che nei periodi di latenza. La terapia farmacologica si basa sull’utilizzo di corticosteroidi e farmaci broncodilatatori. I primi riducono il processo infiammatorio a carico dell’albero bronchiale mente i secondi agiscono dilatando le vie aeree. Quando si fa uso di farmaci broncodilatatori per il trattamento a lungo termine dei sintomi, questi possono essere prescritti in sinergia con farmaci antinfiammatori come Ibuprofene per il miglioramento della funzionalità respiratoria. Quando si soffre di asma allergica si possono assumere farmaci antistaminici come Reactine per ridurre i sintomi delle allergie ed evitare l’insorgenza di un attacco d’asma


Consigli per l’asma 


Evitare l’esposizione ai fattori scatenanti è una componente fondamentale per migliorare il controllo dell’
asma e prevenire gli attacchi. In generale, un soggetto asmatico dovrebbe tenersi a distanza da sostanze irritanti come fumo di sigaretta o vernici fresche o evitare, per quanto possibile, contatto con gli allergeni come pollini o polvere. Nel caso di allergia alla polvere è bene eliminare tendaggi e tappeti dalla propria abitazione o, effettuare una pulizia costante e continuativa di questi arredamenti. Come abbiamo visto, anche l’aria fredda può essere un fattore scatenante una crisi asmatica. In inverno è utile coprire bocca e naso con una sciarpa e non esporsi direttamente a basse temperature. Un alimentazione equilibrata e un peso ottimale riducono le possibilità di crisi asmatiche

Prodotti correlati

Se hai trovato utile questo articolo potrebbero interessarti anche...