Spedizione GRATUITA per ordini superiori a 69,90€

 

Artrite reumatoide

Artrite reumatoide

L’artrite reumatoide è una patologia infiammatoria che colpisce le articolazioni e si manifesta soprattutto tra i 30 e i 60 anni nelle donne

15/12/2021 17:17:00 | Volafarma

Che cos'è l’artrite reumatoide

L'artrite reumatoide è una patologia infiammatoria cronica che può interessare più giunture.

L'infiammazione associata all'artrite reumatoide a volte danneggia anche altre parti del corpo, come la pelle, gli occhi, i polmoni, i vasi sanguigni e il cuore.

L’artrite reumatoide è una patologia che si presenta quando il sistema immunitario attacca il liquido sinoviale, ossia il rivestimento delle membrane che circondano le articolazioni. L'infiammazione può danneggiare la cartilagine e l'osso all'interno dell'articolazione, tanto che i tendini e i legamenti che formano il giunto si indeboliscono e si allungano. Con il tempo il giunto perde la sua forma e l'allineamento deformandosi.

Anche se con i farmaci hanno migliorato le opzioni di trattamento in modo importante, l'artrite reumatoide severa può ancora causare disabilità fisica.

L’artrite reumatoide si manifesta maggiormente tra i 30 e i 60 anni, ma può colpire anche in tenera età, come avviene con l’artrite reumatoide giovanile che insorge tra 1 e 4 anni di età.

Sintomi: come si manifesta l’artrite reumatoide

Dell’artrite reumatoide i sintomi tipici che si hanno alle giunture sono:

- gonfiore e rigidità alle articolazioni, che di solito è maggiore la mattina e dopo un periodo di inattività;
- senso di fatica;
- febbre;
- perdita di peso.

I primi sintomi di artrite reumatoide si manifestano alle articolazioni più piccole, in particolare quelle delle dita delle mani e dei piedi. Poi, con il progredire della malattia, si avvertono gonfiore e rigidità anche ai polsi, alle ginocchia, alle caviglie, ai gomiti, ai fianchi, alle anche e alle spalle.

Artrite reumatoide: cause

Essendo un disturbo autoimmune, l'artrite reumatoide si verifica quando il sistema immunitario attacca in modo erroneo i tessuti del proprio corpo. In particolare, colpisce il rivestimento delle articolazioni, provocando dolore e gonfiore fino a causare erosione ossea e deformità articolari.

Si ritiene che questa malattia sia legata alla genetica e che fattori ambientali, come l'infezione di alcuni virus e batteri, possano innescare la malattia. Altri fattori che possono aumentare il rischio di artrite reumatoide sono:

- Sesso (donne hanno maggiori probabilità di sviluppare l'artrite reumatoide);
- Età (in genere inizia tra i 40 e i 60 anni);
- Fumo di sigarette;
- Esposizioni ambientali, come all'amianto o al silice;
- Obesità e sovrappeso.

Artrite reumatoide: rimedi

Per l’artrite reumatoide cure risolutive non ne esistono. Però quando il trattamento con farmaci antireumatici comincia presto, allora la remissione dei sintomi è più probabile. Inoltre, i farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) possono ridurre il dolore e l'infiammazione.

Per l’artrite reumatoide la terapia consiste anche nell’eseguire esercizi per mantenere flessibili le articolazioni, seguendo le indicazioni di un fisioterapista. In caso di articolazioni dolorose dei dispositivi ausiliari possono facilitare certi movimenti.

Rimedi alternativi ai farmaci possono essere gli integratori alimentari come Swisse Linea Osteoarticolare ArticolazioniZeta Artro Cur Flex utile per l'apparato muscolo scheletrico.

Consigli per l’artrite reumatoide

Per l'artrite reumatoide l’alimentazione può rappresentare una cura alternativa. Si consiglia di assumere oli vegetali e olio di pesce perché aiutano a ridurre il dolore e la rigidità provocati dalla malattia. Anche un moderato esercizio fisico quotidiano è utile in caso di artrite reumatoide, l’importante però è che non si tratti di attività fisica che mette sotto sforzo le giunture e i legamenti; quindi la soluzione migliore è praticare nuoto o acquagym.