Spedizione GRATUITA per ordini superiori a 69,90€

 

Quale differenza esiste tra forfora secca e grassa?

Quale differenza esiste tra forfora secca e grassa?

I problemi del cuoio capelluto possono mettere a disagio chi ne soffre. Ecco allora qual è la differenza tra forfora secca e grassa e cosa fare per eliminarle.

29/12/2021 16:29:00 | Volafarma

Antiestetica e fastidiosa: ecco qual è la differenza tra forfora secca e grassa e come combatterla

Scaglie bianche che dalla testa si depositano su giacche e vestiti: la forfora è un problema che molte persone vivono con forte disagio. Si tratta di piccole parti di pelle che possono avere un aspetto secco oppure più untuoso. Infatti, la differenza tra forfora secca e grassa sta proprio nella consistenza delle scaglie che si perdono dal cuoio capelluto. Nel caso della forfora secca, le squame sono piccole e di colore bianco e al tatto risultano asciutte. Non rimangono intrappolate tra i capelli, ma al contrario si staccano dai capelli e si depositano sui vestiti o dove poggiamo la testa. Al contrario, quando si ha una forfora grassa le scaglie della pelle sono più grandi e untuose. Il cuoio capelluto produce più sebo e la pelle che si stacca inizialmente rimane tra i capelli. La forfora grassa è anche uno dei sintomi principali della dermatite seborroica. Ecco quali sono gli altri sintomi di questa patologia.

 

I sintomi della dermatite seborroica

Se soffri di dermatite seborroica allora potresti riconoscere uno o più di questi sintomi che spesso si manifestano sul cuoio capelluto, orecchie o sopracciglia:

  • Arrossamento
  • Bruciore
  • Untuosità
  • Pelle che si stacca
  • Prurito

 

Forfora secca e grassa: differenze nei sintomi

Quando si parla di forfora grassa, quindi di dermatite seborroica, il cuoio capelluto si trova in uno stato di infiammazione. Per questo compaiono sintomi come bruciore e forte arrossamento. Nel caso di forfora secca, invece, oltre alla pelle che si squama, l’unico sintomo che potrebbe presentarsi è il prurito, che in base ai casi può essere lieve oppure più forte.

 

Come trattare la forfora secca e la forfora grassa?

La differenza tra forfora secca e grassa passa anche dai prodotti da utilizzare per trattare questi disturbi. Ecco quali sono i più efficaci:

  • Shampoo: sia nel caso della forfora secca che della forfora grassa, è bene non utilizzare i comuni shampoo da supermercato. Infatti, per normalizzare il cuoio capelluto in entrambi i casi è consigliato utilizzare degli shampoo specifici. In particolare, per la forfora secca sono consigliati prodotti che placano il prurito e riducono la produzione di squame. Un esempio è lo shampoo forfora Restivoil Zero. Mentre per la forfora grassa è consigliato un prodotto delicato, che pulisca il cuoio capelluto dal sebo in eccesso e allo stesso tempo lenisca la pelle dal rossore e dal bruciore. Ne è un esempio lo shampoo Triderm di Bionike.
  • Creme: quando la dermatite seborroica si manifesta anche su sopracciglia e orecchie può essere utile utilizzare anche delle creme specifiche da applicare sul viso. Come gli shampoo per forfora grassa, anche le creme servono a ridurre la desquamazione della pelle, il rossore, il bruciore e il prurito. Un prodotto pensato per combattere questi sintomi è la crema anti dermatite seborroica Oliprox.

Se vuoi chiederci altre informazioni sulla differenza tra forfora secca e grassa, contattaci. Saremo a tua disposizione per scegliere i prodotti più adatti alle tue esigenze.

Prodotti correlati

Se hai trovato utile questo articolo potrebbero interessarti anche...